NEWS

Covid 19 confuzione tra varianti e vaccini

Covid 19 confuzione tra varianti e vaccini

Covid 19: confusione tra varianti e vaccini

Le varianti del Covid 19 al momento di maggiore preoccupazione sono tre e prendono il nome dal paese in cui sono state osservate per la prima volta. Presentano mutazioni della composizione della proteina ‘Spike’, che è la frazione attraverso cui il virus entra nelle nostre cellule per replicarsi e per diffondersi:

  • la variante inglese è quella attualmente più diffusa, ha una maggiore e più elevata trasmissibilità oltre che negli adulti anche nei bambini, con conseguente aumento del numero di soggetti infettati, gravità di malattia e maggiore rischio di ospedalizzazione e di possibili decessi. Sembra che nel caso di questa variante i vaccini anticovid non perdono del tutto la loro effecacia
  • la variante sudafricana oltre alla trasmissibilità più elevata, sembra diminuire l’efficacia dei vaccini
  • la variante brasiliana ha le stesse caratteristiche di quella sudafricana

L’ aspetto comune alle tre varianti è che possono reinfettare i soggetti già precedentemente guariti da Covid 19.

Quanto dura la protezione dei vaccini anticovid?

Una volta fatto il vaccino si possono abbandonare le misure di protezione? 

I test finora fatti sui soggetti vaccinati mostrano che la protezione della vaccinazione dura per qualche mese, alcuni dicono 3 mesi altri dicono 6 mesi. La situazione reale quindi non è chiara, bisognerà fare una nuova valutazione dopo periodi di tempo più lunghi per capire l’effettiva durata di protezione del vaccino e anche per poter valutare altri aspetti: il vaccino protegge soltanto dalla comparsa della malattia e quindi dai sintomi oppure impedisce la reale diffusione del virus ?

Continuano i tempi dei dubbi e delle incertezze poiché molte risposte finora date si basano su ipotesi e supposizioni. Quindi anche dopo essersi sottoposti alla vaccinazione bisognerà continuare a osservare le misure di protezione, fino a quando i dati dimostreranno che effettivamente il vaccino oltre a proteggere sé stessi impedisce anche la trasmissione del virus ad altri.

Aumenta ancora di più la confusione il fatto che Pfizer e BioNTech stanno studiando la somministrazione di una terza dose di vaccino per dare una maggiore protezione dalle varianti, contraddicendo cosi di fatto la proposta di ridurre la somministrazione dei vaccini a un’unica dose per consentire di vaccinarsi a un maggior numero di persone. 

Dato il periodo che stiamo attraversando e la terza ondata già in atto di infezione da Covid19 e sue varianti, è sempre importante aiutare e rafforzare il nostro sistema immunitario, che è la pià importante difesa di cui siamo naturalmente dotati. 

EraViral è un integratore alimentare che con un approccio naturale può aiutare le nostre difese contro i Coronavirus.

Occorre però specificare che l'integratore non ha la funzione dei vaccini né tantomeno si sostituisce ad essi, ma insieme ad una dieta equilibrata può accompagnarli per supportare il buon funzionamento dei nostri mezzi di difesa.

I componenti di EraViral  (Vitamina D, estratto di Pelargonium sydoides, glicirizzina) secondo gli studi fatti e pubblicati su riviste scientifiche internazionali possono aiutare contro l’aggressione del Covid19, contrastandone l’attecchimento alle cellule dell’apparato respiratorio.

La Vitamina D agisce sul buon funzionamento del Sistema Immunitario. Studi clinici ed epidemiologici hanno evidenziato che bassi valori di Vitamina D sono molto spesso correlati alle infezioni virali delle vie respiratorie. Adeguati livelli plasmatici di Vitamina D sono importanti indipendentemente dall’età, per cercare di favorire una maggiore resistenza all’infezione da COVID-19, per ridurre il rischio di contagio e la sintomatologia. 

L‘ estratto "Pelagon P70" ottenuto dalla radice di Pelargonium sidoides (Geranio africano) è approvato da EMA (Agenzia Europea del Farmaco) come Traditional Herbal Medicinal Product per contrastare i sintomi delle infezioni respiratorie. I principi attivi dell'estratto mostrano una possibile attività contro Covid-19 e virus dell'influenza oltre ad una attività antibatterica, stimolando le difese immunitarie innate, oltre ad un’azione anti-adesiva del coronavirus alle cellule dell'apparato respiratorio.

La Glicirizzina è il principio presente nell'estratto ottenuto dalla radice della Liquirizia (Glyciriza glabra). E' molto studiata per le capacità di combattere i virus. Per questo stesso fine, la Glicirizzina è utilizzata dalla Medicina Tradizionale Cinese per Covid 19, Sars-virus, virus dell’epatite C.

EraViral è in promozione fino al 31 Marzo 2021.

Consultate la pagina "Offerte"

 

Articoli correlati: